Vai a "Lo Staff Progettuale..."     

Lo Staff progettuale
 
 
Coerentemente con la filosofia progettuale esposta nella premessa, le attività previste all’interno del fabbricato sono state pensate in funzione delle caratteristiche degli spazi disponibili, alfine di minimizzare gli interventi sull’esistente. Per questa ragione, sono state individuate le seguenti zone funzionali:
 
 
 

assonometria.gif (23145 byte)

Assonometria con vista dal lato
nord-ovest.
 
 
 
Corpo principale
II corpo principale del fabbricato, che occupa una superficie pari a oltre 2/3 dell’intero complesso e che è destinato ad ospitare le collezioni più significative del Museo sui primi due livelli, la Scuola di Sicurezza e l’area congressuale sui due livelli di nuova edificazione, si articolerà in totale su quattro livelli:
1° Livello (piano seminterrato)
Il livello che occupa una superficie di circa 1.600 mq, ospiterà la sezione delle attrezzature e degli automezzi più recenti e di maggiore ingombro risalenti agli anni successivi del secondo dopoguerra.
Inoltre verrà realizzata l’area dedicata alle esercitazioni e ai grandi interventi di Protezione Civile a partire dalla seconda metà del secolo XX.
Verrà inoltre ubicato un archivio multimediale strettamente connesso alle altre funzioni dell’area espositiva, dove verranno conservati e ordinati i documenti, le immagini fotografiche, i film, le memorie scritte e tutte le altre testimonianze a partire dai primi documenti del secolo XVIII.
Nella stessa area verrà realizzata una biblioteca specializzata, fornita di testi storici e tecnici con una sala di consultazione.
 
 
 

 

 
 
 
 
2° Livello (piano rialzato)
Al piano superiore, cui si accede dal lato sud, tramite una rampa realizzata con una struttura metallica analoga a quella impiegata per la copertura del fabbricato, di dimensioni e raggi di curvatura adeguati rispetto alle funzioni di accesso principale pedonale e di movimentazione dei mezzi storici destinati al piano.
 
 
 

 

.
 
  rampa.gif (7415 byte)
 
La rampa, che sarà fortemente caratterizzata dalla presenza di una piattaforma per la sistemazione di un elicottero che fungerà da richiamo visivo, porterà al
terrazzo che avrà funzione di prima accoglienza dei visitatori.
L’ingresso al piano sarà caratterizzato dalla presenza di due torri-ascensori panoramiche per l’accesso ai diversi piani dell’edificio.
Il visitatore entrerà così in un’area di accoglienza interna sulla quale si affacciano i vari servizi come la biglietteria, il negozio per la vendita di libri, oggetti diversi e modellismo, la caffetteria, il guardaroba e l’area proiezione video ad introduzione del percorso museale.
 
 
 
 
L’area introdurrà immediatamente il visitatore al tema delle testimonianze di organizzazioni antincendio nella storia, fornendo una prima percezione della grande tradizione pompieristica.
 
 
 

scuola.gif (10529 byte)

Piano Scuola
della
Sicurezza.
 
 
 
3° Livello (Scuola della Sicurezza)
Creato dalla nuova struttura a copertura del fabbricato esistente, questo piano ospiterà l’area tematica, i laboratori, le aule e gli uffici.
 
4° Livello (Sala Conferenze)
Anche questo piano di nuova realizzazione, ospiterà una confortevole e funzionale Sala Conferenze con una capienza di circa 240 posti, dotata di particolari attrezzature tecniche, secondo le dinamiche comunicative più avanzate.
Sistemi di proiezione di diapositive, di video, di lucidi; impianto audio e di registrazione, con possibilità di comando dal tavolo della presidenza.
Una sala regia gestirà il sistema televisivo a circuito chiuso e le telecamere remotate per la registrazione video degli avvenimenti.
Infine un sistema di tele conferenza permetterà il collegamento con altre sedi.
Un servizio di traduzione simultanea permetterà lo svolgimento di convegni a carattere internazionale.
Vi sarà inoltre un’attrezzata Saletta Stampa con posti di lavoro individuale e una Sala Commissioni per lo svolgimento, in un ambiente insonorizzato e dotato di adeguata tecnologia, delle attività pre-congressuali.
La presenza della caffetteria nella struttura consentirà ai congressisti una piacevole sosta dei lavori, in una cornice insolita e gradevole come quella delle esposizioni museali, occasione per unire al lavoro il piacere della visione dei beni esposti.
 
Corpi laterali
A Ovest e a Est dell’edificio, verranno creati dei corpi laterali.
Il corpo a Est dell’edificio, illuminato dall’alto e visibile anche dal piano superiore del corpo centrale del fabbricato principale, con passaggi che lo collegano con le parti adiacenti e con l’esterno, verrà adibito all’esposizione dei mezzi di notevole ingombro, che avranno anche una funzione ludica.
L’altro, a Ovest, grazie alla sua maggiore altezza, sarà adibito all’esposizione di mezzi particolarmente alti, come le scale in legno del 1800 modello "Porta", che avrebbero il vantaggio di poter essere visibili anche dal piano superiore del corpo centrale del fabbricato principale.
Anche per questa tettoia sono previsti passaggi che la collegano con le parti adiacenti e con l’esterno.
 

prospetto.gif (42471 byte)