Shaolin Tsu Chuan Man Seer Kung Judo Ki Aikido Jiu-Jitsu Kendo Iaido Karate  
Judo
   

Le Arti

Judo Kodokan

A cura del M° MAURO CAPPIO BARAZZONE
C.N. 6° Dan Hanshi

CENNI STORICI

Il JUDO che tutti pratichiamo dovrebbe essere, per esattezza, chiamato JUDO KODOKAN.
Il JUDO KODOKAN trae le sue origini dal JU JUTSU del "vecchio" GIAPPONE.
Il JU JUTSU contava moltissime Scuole (RYU) ed era un'ARTE di DIFESA e d'ATTACCO, quasi sempre senza Armi, contro uno o più avversari armati o no.
JIGORO KANO, creatore del JUDO KODOKAN, nacque il 18 Ottobre 1860 nella Cittadina Giapponese di MIKAGE, prefettura di HYOGO, terzo genito di JIROSAKU MARESHIBA KANO, direttore dell'Arsenale Navale dello Shogun TOKUGAWA.
Essendo un giovane dal fisico debole, ma troppo fiero per farsi sottomettere, soffriva la brutalità e l'arroganza dei compagni più forti di lui : Avendo sentito parlare di JU JUTSU decise di praticarlo e di impararlo a fondo. Nel 1877, a TOKYO, si iscrisse alla facoltà di Scienze Politiche ed Economiche e, contemporaneamente, iniziò la pratica del JU JUTSU nella Scuola "TENJIN SHINYO RYU" del Maestro HACHINOSUKE FUKUDA ed alla morte di questo col Maestro MASAMOTO ISO. Alla morte di questi, nel 1881, passò alla Scuola "KITO RYU" del Maestro TUMETOSHI IIKUBO : Per la cronaca colui il quale gli insegnò i primi rudimenti del JU JUTSU, prima che JIGORO KANO si iscrivesse alle Scuole di TOKYO, fu TEINOSUKE YAGI.
Nel Febbraio 1882 fondò la sua Scuola chiamandola KODOKAN ed ivi cominciò ad insegnare il proprio metodo chiamato JUDO. La prima sede del KODOKAN fu a TOKYO, in una sala attigua al piccolo Tempio Buddista EISHOSI, appartenente alla setta JODO, quartiere di SHIMOYA.
Col passare del tempo il JUDO KODOKAN si impose su quasi tutte le Scuole di JU JUTSU, perché più moderno, meno violento, sportivamente più efficace.
Il KODOKAN con diversi trasferimenti di locali, passò dalle iniziali 12 materassine (Tatami), alle 500 ed il JUDO, grazie all'infaticabile lavoro di JIGORO KANO Sensei, uscì dai confini del Giappone per svilupparsi in tutto il Mondo.
JIGORO KANO Sensei ricoprì nel suo paese numerosi incarichi d'alto livello e girò molto, un po' ovunque nel mondo, per diffondere e consolidare il suo JUDO. Morì il 5 Maggio 1938 sul Piroscafo HIKAWA MARU, che lo riportava in GIAPPONE dal suo ultimo viaggio al CAIRO (EGITTO), dopo una riunione del Comitato Olimpico Internazionale; il Professor KANO fu il primo Giapponese ad avere tale incarico in quel Comitato.
Nel 1964 il JUDO fu presentato ufficialmente alle OLIMPIADI di TOKYO, come Sport Dimostrativo, realizzando così il sogno del suo Fondatore.
Attualmente il KODOKAN ha sede in TOKYO, ove è stato più volte rinnovato ( dal 1958, anno della costruzione del Palazzo sorto in commemorazione del 70° anniversario della fondazione della Scuola): KASSUGA - CHO, 2 -CHOME, KUNKYO - KU.
Il JUDO in Italia fece la sua prima apparizione nel 1908, portato da 2 Sotto Ufficiali della Marina Militare Italiana, che lo avevano imparato in Estremo Oriente : LUIGI MOSCARDELLI e RAFFAELE PIZZOLA : Essi fecero un'esibizione senza seguito di fronte al Capo dello Stato, Re VITTORIO EMANUELE III.
Il "Padre" del JUDO Italiano è però considerato CARLO OLETTI, anche lui volontario della nostra Marina Militare in Estremo Oriente. Egli iniziò a praticare il JUDO nel 1905 sulla Nave Vesuvio ancorata nel porto di SHANGAI. Cintura Nera 1° Dan a TOKYO nel 1908, fu nel 1924, dopo anni di insegnamento in Italia, il promotore della prima Federazione Italiana di JU-JUTSU JUDO. Nel 1928 e nel 1934 i Centri JUDO creati dal Maestro OLETTI furono visitati dallo stesso JIGORO KANO Sensei.

Io, che ho intrapreso il mio cammino nel Mondo delle ARTI MARZIALI con il JUDO nel 1961, ho voluto dedicare a JIGORO KANO Sensei il nome della nostra ASSOCIAZIONE, come molti altri hanno fatto in altre parti del Mondo : Ritengo che ciò sia dovuto ad un Uomo che ha creato e fatto grande il JUDO KODOKAN e che ha contribuito a far conoscere il Suo Metodo ed il Suo Paese nel Mondo.

CLASSI KYU - GRADI DAN - COLORE DELLE CINTURE

Sistema Europeo:

  • VI KYU ROKKYU CINTURA BIANCA SHIRO OBI
  • V KYU GOKYU CINTURA GIALLA KURO OBI
  • IV KYU YONKYU CINTURA ARANCIONE DAIDAIIRO OBI
  • III KYU SANKYU CINTURA VERDE MIDORI OBI
  • II KYU NIKYU CINTURA BLU AOIRO OBI
  • I KYU IKKYU CINTURA MARRONE KURIIRO OBI
  • I DAN SHODAN CINTURA NERA KRO OBI
  • II DAN NIDAN CINTURA NERA KRO OBI
  • III DAN SANDAN CINTURA NERA KRO OBI
  • IV DAN YONDAN CINTURA NERA KRO OBI
  • V DAN GODAN CINTURA NERA KRO OBI
  • VI DAN ROKUDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • VII DAN SHICHIDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • VIII DAN HACHIDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • IX DAN KUDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • X DAN JUDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • XI DAN JUICHIDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • XII DAN JUNIDAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA

Sistema Giapponese:

  • VI - V - IV KYU CINTURA BIANCA
  • III - II - I KYU CINTURA MARRONE
  • I - II - III - IV - V DAN CINTURA NERA
  • VI - VII - VIII DAN CINTURA NERA O BIANCA E ROSSA
  • IX - X - XI DAN CINTURA NERA O ROSSA
  • XII DAN CINTURA BIANCA (DOPPIA)
  • XII DAN SHIHAN = DOTTORE

LE TECNICHE DEL JUDO KODOKAN

I GOKYO DEL KODOKAN CINQUE GRUPPI D'ISTRUZIONE DEL KODOKAN

Il GOKYO del KODOKAN comprende 40 Tecniche di Proiezione divise in 5 Gruppi di 8 Tecniche cadauno. Il GOKYO è considerato "TORA NO MAKI", cioè la chiave per lo studio di tutte le Tecniche di Proiezione. Le 40 Tecniche del GOKYO sono le più efficaci e rappresentative fra tutte le Tecniche esistenti. Lo studio delle Tecniche va effettuato a destra ed a sinistra.

PRIMO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • DE ASHI BARAI SPAZZARE IL PIEDE CHE AVANZA ASHI WAZA
  • HIZA GURUMA RUOTA SUL GINOCCHIO ASHI WAZA
  • SASAE TSURIKOMI ASHI BLOCCARE IL PIEDE TIRARE E SOLLEVARE A.W.
  • UKI GOSHI COLPO D'ANCA FLUTTUANTE KOSHI WAZA
  • O SOTO GARI GRANDE FALCIATA ESTERNA ASHI WAZA
  • O GOSHI GRAN COLPO D'ANCA KOSHI WAZA
  • O UCHI GARI GRANDE FALCIATA INTERNA ASHI WAZA
  • SEOI NAGE PROIEZIONE SOPRA LA SPALLA TE WAZA

SECONDO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • KO SOTO GARI PICCOLA FALCIATA ESTERNA ASHI WAZA
  • KO UCHI GARI PICCOLA FALCIATA INTERNA ASHI WAZA
  • KOSHI GURUMA RUOTA SULLE ANCHE KOSHI WAZA
  • TSURI KOMI GOSHI COLPO D'ANCA TIRANDO E SOLLEVANDO K.W.
  • OKURI ASHI BARAI SPAZZARE ENTRAMBI I PIEDI ASHI WAZA
  • TAI OTOSHI CADUTA DEL CORPO TE WAZA
  • HARAI GOSHI SPAZZARE CON L'ANCA KOSHI WAZA
  • UCHI MATA SPAZZARE CON L'INTERNO DELLA COSCIA A.W.

TERZO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • KO SOTO GAKE PICCOLO AGGANCIAMENTO ESTERNO A.W.
  • TSURI GOSHI COLPO D'ANCA SOLLEVANDO KOSHI WAZA
  • YOKO OTOSHI CADUTA LATERALE Y.S.W.
  • ASHI GURUMA RUOTA SULLA GAMBA ASHI WAZA
  • HANE GOSHI COLPO D'ANCA SALTATO KOSHI WAZA
  • HARAI TSURIKOMI ASHI SPAZZARE IL PIEDE TIRARE E SOLLEVARE A.W.
  • TOMOE NAGE PROIEZIONE A CERCHIO M.S.W.
  • KATA GURUMA RUOTA SULLE SPALLE TE WAZA

QUARTO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • SUMI GAESHI ROVESCIAMENTO NELL'ANGOLO M.S.W.
  • TANI OTOSHI CADUTA NELLA VALLE Y.S.W.
  • HANE MAKIKOMI SALTARE ARROTOLANDOSI T.K.W.
  • SUKUI NAGE LANCIO A CUCCHIAIO TE WAZA
  • UTSURI GOSHI COLPO D'ANCA IN CONTRATTACCO KOSHI WAZA
  • O GURUMA GRANDE RUOTA ASHI WAZA
  • SOTO MAKIKOMI ARROTOLAMENTO ESTERNO TE WAZA
  • UKI OTOSHI CADUTA FLUTTUANTE TE WAZA

QUINTO GRUPPO D'ISTRUZIONE

  • O SOTO GURUMA GRANDE RUOTA ESTERNA ASHI WAZA
  • UKI WAZA CADUTA FLUTTUANTE Y.S.W.
  • YOKO WAKARE SEPARAZIONE SUL FIANCO Y.S.W.
  • YOKO GURUMA RUOTA SUL FIANCO Y.S.W.
  • USHIRO GOSHI COLPO D'ANCA ALL'INDIETRO KOSHI WAZA
  • URA NAGE LANCIO A ROVESCIO M.S.W.
  • SUMI OTOSHI CADUTA NELL'ANGOLO TE WAZA
  • YOKO GAKE AGGANCIAMENTO LATERALE Y.S.W.

II KATAME WAZA TECNICHE DEL COMBATTIMENTO AL SUOLO

OSAE WAZA TECNICHE DELLE IMMOBILIZZAZIONI

  • KESA GATAME CONTROLLO A FASCIA
  • HON KESA GATAME CONTROLLO A FASCIA FONDAMENTALE
  • KUZURE KESA GATAME VARIANTE DEL CONTROLLO A FASCIA
  • USHIRO KESA GATAME CONTROLLO A FASCIA DA DIETRO
  • MAKURA KESA GATAME CONTROLLO A FASCIA CON CUSCINO
  • KATA GATAME CONTROLLO CON LA SPALLA
  • KUZURE KATA GATAME VARIANTE DEL CONTROLLO CON LA SPALLA
  • KAMI SHIO GATAME CONTROLLO DI 4 PUNTI DA SOPRA
  • KUZURE KAMI SHIO GATAME VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNT IDA SOPRA
  • YOKO SHIO GATAME CONTROLLO DI 4 PUNTI LATERALE
  • KUZURE YOKO SHIO GATAME VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNTI LATERALE
  • TATE SHIO GATAME CONTROLLO DI 4 PUNTI LONGITUDINALE
  • KUZURE TATE SHIO GATAME VARIANTE DEL CONTROLLO DI 4 PUNTI LONGITUD.LE

KANSETSU WAZA TECNICHE DELLE LEVE ARTICOLARI

  • UDE GARAMI BRACCIO ARROTOLATO
  • UDE HISHIGI JUJI GATAME CONTROLLO INCROCIATO CON LEVA AL BRACCIO
  • UDE HISHIGI UDE GATAME CONTROLLARE CON LE BRACCIA LA LEVA AL BRACCIO
  • UDE HISHIGI HIZA GATAME CONTROLLARE COL GINOCCHIO LA LEVA AL BRACCIO

SHIME WAZA TECNICHE DEGLI STRANGOLAMENTI

  • KATA JUJI JIME STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON 1 BRACCIO
  • GYAKU JUJI JIME STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON PRESA INVERSA
  • NAMI JUJI JIME STRANGOLAMENTO INCROCIATO CON PRESA NORMALE
  • HADAKA JIME STRANGOLAMENTO A MANI NUDE
  • OKURI ERI JIME STRANGOLAMENTO AD ENTRAMBI I BAVERI
  • KATA HA JIME STRANGOLAMENTO CON BRACCIO AD ALA

Attenzione : KANSETSU e SHIME WAZA possono essere eseguite anche in posizione eretta.