Mauro Cappio Barazzone

MAURO CAPPIO BARAZZONE, classe 1944 - dopo aver praticato diversi Sport a partire dal 1950, spinto da Mamma Elsa Salonini oggi Azzurra d'Italia e Senatrice del Baseball, si avvicina alle Arti Marziali, è il 1° Ottobre 1961 ed è al Judo Kodokan Club di Torino.
Ottimo agonista di Judo nel 1964 è Medaglia d'Oro a Parigi in un Torneo Internazionale vincendo la finale con lo sterno incrinato.
Nel 1965 è 1° Dan di Judo ed inizia ad insegnare e contemporaneamente ad interessarsi di Aikido e Ju Jutsu. Alla Scuola Militare Alpina di Aosta, 1966/1967, è Sergente Istruttore ed Insegnate di Judo e Ju Jutsu.
Il 1° Novembre 1972 inizia a praticare il Kendo e lo Iaido, sotto la guida di Hiroshi Alexander Kimura 3° Dan prima e poi con Koji Nakajima 5° Dan della Zen Nippon Kendo Renmei e, nell'occasione, conosce Gilberto Pauciullo.
Nel 1973 è fra i fondatori dell'Associazione Italiana Kendo di cui è Segretario Generale per circa un decennio: contribuisce pertanto al riconoscimento dell'AIK da parte della Federazione Europea (EKF) ed anche di quella Internazionale (IKF).
Con il Kendo torna alle gare partecipando a 2 Campionati Europei (Bruxelles - Chambery ove conquista una Medaglia di Bronzo a Squadre) ed ad 1 Mondiale a Sapporo ove è tra i 2 migliori degli Italiani); partecipa anche a 2 Campionati Italiani (Milano 5° classificato p-m. e Lanzo Torinese 1° classificato) : In totale veste la Maglia Azzurra di Kendo 5 volte e contemporaneamente ottiene il 2° Dan Internazionale (Zen Nippon Kendo Renmei) nel 1978.
Prosegue intanto ad insegnare Judo ottenendo nel 1975 il 2° Dan e nel 1976 il 3° Dan e la qualifica di Maestro UISP/CESFOR.
Nel 1978 conosce Giacomo Spartaco Bertoletti ed aderisce all'AIDJJ ove gli viene riconosciuto il 1° Dan di Ju Jutsu; nel 1979 è 3° Dan della World Ju Jutsu Federation con la qualifica di Istruttore, stesso grado e qualifica gli sono riconosciuti dalla FIAM e dall'Accademia Belga di Self Defense KUN-TAI-KO.
E' del 1979 l'incontro con l'ACSI Arti Marziali, che lo vuole nell'Ente come Direttore Tecnico Nazionale Judo, Presidente del Comitato Nazionale Arbitri e Giurati e Responsabile Nazionale Kendo/Iaido.

   
IX Dan di JU JUTSU Stile KATORY YAMA RYU
VII Dan di JUDO
IV Dan di JAIDO
III Dan KENDO
I Dan CONTACT
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1982 è 4° Dan di Judo ACSI, nel 1984 1° Dan di Contact FIAM e nel 1985 5° Dan Judo, sempre ACSI (stesso grado riconosciuto nel 1989 dall'AICS).
Del 1984 è l'incontro con Carlo "Luciano" Foralosso, prima Cintura Nera di Luigi "Gino" Bianchi, storico Maestro del Ju Jutsu italiano.
Nasce la FISJJ, oggi ANISJJ ed un forte impulso alla divulgazione del Ju Jutsu e della Sicurezza Personale in Italia.
Nel 1985 è Istruttore di Kendo della FIS - Federazione Italiana Kendo, nel 1987 riceve il 3° Dan di Iaido, con la qualifica di Istruttore e nel 1988 il 3° Dan di Kendo.
Sempre nel 1988 e 5° Dan di JU JUTSU, 6° Dan nel 1992 ed 8° Dan Hanshi nel 1999 con la qualifica di Shihan - sia per la FISJJ che per l'ANISJJ.
Del 1966 è il 6° Dan di Judo dell'ACSI e la qualifica di Hanshi.
Nel corso della sua vita marziale Mauro Cappio Barazzone ha insegnato in decine di palestre in Italia ed anche all'estero ed ha diretto moltissimi Stage di varie Arti Marziali, diplomando moltissime Cinture Nere, Istruttori e Maestri ed ha ricoperto molti incarichi Tecnico/Organizzativi in molte Federazioni, Enti, Associazioni.
Oltre a ciò che è stato già citato precedentemente i più importanti sono: Istruttore Difesa Personale, Magnifico Rettore ANISJJ, Direttore Tecnico Nazionale FISJJ, Presidente Commissione Tecnica CAM JIGORO KANO - ISDS, Vice Presidente MAC-I, Presidente IKIR, Presidente CNKI, Responsabile JUDO LAM UISP Piemonte, Responsabile Arbitri Giurati PKO, Direttore Tecnico CAMDAY, ecc. ecc.
Da 36 anni scrive di Arti Marziali su diverse testate ed ha creato una Dispensa di circa 300 pagine, con la collaborazione dei Maestri della sua Scuola.
Mauro Cappio Barazzone vuole ringraziare tutti i grandissimi Maestri Giapponesi, Europei, Italiani che lo hanno aiutato ad essere quello che oggi lui è, permettendogli di poter oggi insegnare quello che da loro ha appreso con tanta umiltà e tenacia!

   
MAESTRI