Primo Salone della Musica
Torino, Lingotto Fiere, 10 - 15 ottobre 1996

A scuola di jazz

A scuola di jazz, in Auditorium, a cura dell’Assessorato per Le Risorse Culturali e la Comunicazione, il Salone della Musica e l’Associazione Musicisti Jazz. Ovviamente ascoltando, ma anche parlando del jazz nelle sue caratteristiche fondamentali: gli strumenti, il loro ruolo, le loro caratteristiche e - per saperne qualcosa in più - anche il loro funzionamento. In parallelo ai brani corre una storia d’autori (su una panoramica oggi di larghezza mondiale, ma che parte da New Orleans), una storia sociale. Cose che sembrano lontane, a chi ormai "ha fatto l’orecchio" anche alle sonorità più complesse, ma che vale la pena di conoscere o di richiamare alla memoria, quando il tempo e la diversità di stili rischiano di mettere da parte importanti premesse. Ingrediente determinante lo swing, dice Adriano Mazzoletti, quell’impulso che porta avanti la composizione e che, non essendo ritmicamente quantificabile, risiede solo ed esclusivamente nella natura non scritta del jazz. Esempi musicali provenienti da un quartetto classico (sax, pianoforte, contrabbasso e batteria) e da un quartetto di sassofoni. Quanto basta per dare un assaggio di sonorità diverse e per ritornarci su a casa, magari più appassionati ed anche un pò più esperti (featuring Diego Borotti, Emanuele Cisi, Alessandro Maiorino, Diego Mascherpa, Alessandro Minetto, Roberto Regis, Riccardo Ruggeri, Marco Tardito).

Daniele Silvestri: musica e rabbia

Nessuna paura, ovviamente. Un cantautore giovane parla a un giovane pubblico. Di che cosa? Di ciò che si vive, che fa problema, di quegli interrogativi che emergono in diverse stagioni e con varia intensità. Sala Madrid gremita, quindi, per l’incontro che Gino Castaldo ha guidato per conoscere meglio questa presenza interessante. I sentimenti non vengono banalizzati (o, peggio, sfruttati) con le consuete sfumature tardoadolescenziali, ma ricevono la nobiltà di un terreno di ricerca. Vale la pena di prestar attenzione.

Rock & Book: musica a forma di libro

Rock & Book: musica a forma di libro in casa Giunti, con un volume dedicato a Kurt Cobain, di aspetto e di contenuti accattivanti, dialoghi, citazioni, discografia e molte immagini in forma grafica innovativa. Più sobria la veste di Velvet (I Velvet Undergroung e la New York di Andy Warhol), ma alto valore documentario e critico. Si incontrano (in foto e in testo) volti noti provenienti da esperienze musicali tra loro molto diverse. Si incontrano e sembrano convivere senza problemi. Anche questa è l’America.

Torino, 14 ottobre 1996


Torna all'indice dei comunicati stampa


Salone della Musica
Uffici: Via Susa 35, 10138 Torino (Italia)
Tel: +39-11-433.7054 / Fax: +39-11-433.1056
email: prosa@prosaloni.com
URL:http://www.prosaloni.com


Copyright © 1996 Salone della Musica Torino
Progettazione e realizzazione a cura di Salone della Musica e LINK Torino