knight2.gif (12279 byte)

Charter Meeting 19 giugno1966

Tavola gemellata: Nice RTF 55

Tavola Madrina: Milano

Riunioni

2° e 4° giovedì del mese

Grand Hotel Sitea

via Carlo Alberto 37 - Torino

 

 
 

Che cos'è la Round Table?

La Round Table è un'associazione aperta a giovani professionisti, dirigenti, uomini d'affari e di cultura che occupano posizioni di rilievo nel campo delle rispettive attività. Si propone di favorire e promuovere l'amicizia e le intese personali ed iniziative al servizio della collettività. Si differenzia da altre società del genere soprattutto per il fattore dell'età: ogni membro perde infatti il diritto di appartenervi al raggiungimento del suo quarantesimo anno d'età.

 

Com'e nata la Round Table?

Nel 1926 Louis Marchesi, un membro del Rotary Club di Norwich (Gran Bretagna), ebbe I'idea di creare un club di giovani. Perciò colse al volo l'occasione che gli si presentò nel 1927 durante il congresso delle Industrie Britanniche che si svolgeva a Birmingham sotto la presidenza del Duca di Windsor, allora Principe di Galles. Costui, in occasione di un discorso ufflciale sostenne questi concetti: "I giovani industriali e professionisti dei nostri paesi devono riunirsi in Tavole Rotonde, adottare i metodi che hanno dato risultati in passato, adattarli alle esigenze moderne, e, se possibile farli progredire. Round Table, Adopt, Adapt, lmprove". Ecco come è nata l'idea della Tavola Rotonda e da dove proviene il motto del nostro movimento. Quanto alla nostra insegna, dopo qualche anno di cambiamenti, nel 1929 fu adottato il disegno della Tavola Rotonda di Re Artù esistente al Castello di Winchester, con in mezzo alla Tavola la riproduzione della rosa dei Lancaster ed in alto Re Artù con la sua mazza. I 12 segmenti neri e i 12 blanchi lndicano le posizioni dei membri della Tavola. Dall'epoca dello sviluppo europeo del movimento, le Tavole nazionali adottano un simbolo analogo, modiflcando soltanto il motivo centrale.

 

Come è sorta la Round Table ltalia?

Luclen Paradis (già fondatore della RT Francia) invita, nel 1957, i suoi amici Nicolò Caimi e Carlo Cordano ad organizzare la RT Milano. Nei mesi successtvi si aggregheranno molti altri membri, sino a un numero di oltre 25 in occasione del Charter del novembre 1958. Nel 1960 si aggiunge la Tavola di Roma. Successivamente quella di Cesena. Nel 1964 la Round Table lnternational autorizza la costituzione della Round Table Italia.

 

Cos'è la Round Table International?

Quest'associazione raggruppa le oltre 60 Round Table sparse in tutto il mondo (65000 membri), che sono state suddivise in due grandi aree: l'area Europa - Mediterraneo - America (E.M.A.) e l'area Africa - Asia. La Round Table lnternational, con gli Active 20-30 lnternational (America), gli Apex Club (Australia ed Asia) il J.E.C.C. (Giappone) ed il Ladies' Circle Sweden fa parte del World Council of Young Men's Service Clubs (Wo.Co.), costituito nel 1962. Attualmente il Wo.Co. conta circa 100.000 membri sparsi in oltre 70 stati di ogni continente.

 

Com'è organizzata la Round Table Italia?

II nucleo di base della Round Table sono le Tavole locali. Ogni Tavola è composta da 10/40 membri, dei quali non più di due possono esercitare la stessa professione. La Tavola, che è diretta da un Consiglio eletto annualmente, si riunisce ordinariamente due volte al mese. Nel corso delle riunioni, al termine del pranzo, vengono trattati argomenti di vasto interesse professionale, culturale o sociale, che vengono introdotti da conferenze o relazioni tenute da personalità o esperti. Club esclusivamente maschile, la Round Table riserva le sue riunioni ordinarie ai propri membri ed a coloro cui si ritiene, di volta in volta, di estendere l'invito, ma non disdegna di indire altre riunioni, che la tradizione vuole rallegrate dal sorriso e dallo charme delle gentili signore, fidanzate o amiche. Tutte le Tavole esistenti in Italia fanno a capo all'Associazione Nazionale, cui è preposto un Comitato che viene eletto ogni anno nel corso dell'Assemblea Generale. Della Round Table possono entrare a far parte coloro che, presentando i requisiti stabiliti dallo Statuto Nazionale, vengono ammessi quali membri di una Tavola locale per volontà di tutti i suoi componenti. L'opposizione di un solo membro è infatti generalmente sufficiente a respingere la candidatura.

 

Chi e quanti sono i Tablers In Italia?

Al 2000 la Round Table ltalia conta su circa 1.300 soci attivi e 300 soci frequentatori, suddivisi in 65 Tavole, attualmente distribulte soprattutto nell'Italia centro-settentrionale. II motto "amicizia e tolleranza", è tagliato su misura per giovani dai 25 ai 40 anni, l'età migliore per realizzare i grandi obiettivi della vita professionale di una persona, una vita non isolata, ma tesa alla ricerca di un fine. I Tablers (così si chiamano gli appartenenti alla Round Table) sono molto legati tra di loro. L'amicizia che si crea nell'associazione viene incrementata con frequenti contatti, formali ed informali, coinvolgendo anche le famiglie in incontri che arricchiscono le amicizie ed i legami già esistenti. Molta importanza viene data ai rapporti fra le varie Tavole: oltre a riunioni mensili del Comitato Nazionale, nonchè delle Zone, viene pubblicata la rivista che state leggendo adesso. Ma contatti ed incontri sono assai frequenti anche con Tablers di tutto il mondo. In occasione delle manifestazioni ufficiali, dei delegati rappresentano, a turno, la Round Table Italia, contribuendo al miglioramento dell'immagine del nostro Paese all'estero. La Round Table Italia si arricchisce di un paio di Tavole ogni anno.

 

L'attività della Round Table Italia

Nell'ambito delle attività di servizio per la collettività che la Round Table Italia ha svolto negli anni, le più significative sono:

  • la costruzione di un gruppo di case a San Donà del Piave, colpita dall'alluvione del novembre 1966;
  • la costruzione di una Scuola Elementare ad Amaro, paesino del Friuli colpito dal terremoto del 1976, denominata "Scuola Round Table";
  • la donazione di apparecchiature scolastiche ed audiovisive alla Scuola Media di S.Fele (PZ) nell'ambito della ricostruzione dopo il sisma del 1981;
  • la costruzione e promozione della linea telefonica nazionale denominata "S.O.S. Infanzia telefono azzurro". A seguito di questo Service la R.T.I. è stata insignita del "Premio della Bontà Motta-Notte di Natale 1987" e del riconoscimento quale miglior service per l'anno 1988 nell'ambito del WO.CO.:
  • l'allestimento del Museo Navale dell'Università di Bologna, realizzato con il restauro di carte nautiche e di modelli di navi da guerra;
  • la divulgazione e promozione a livello nazionale ed internazionale della "Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia" in collaborazione con L'UNICEF Comitato Italiano, che grazie all'interessamento dell'R.T.I. è stata sottoposta e successivamente approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite riunitasi a New York il 20 novembre 1989. A seguito di tutto ciò la Round Table Italia è stata nominata Ambasciatrice Unicef;
  • la promozione e la divulgazione del trapianto di midollo osseo per cercare di sensibilizzare l'opinione pubblica alle problematiche connesse e reperire donatori disponibili ad iscriversi al Registro Nazionale dei Donatori. La campagna si è svolta negli anni 1991-1994 inizialmente con la collaborazione marginale dell'A.V.I.S. nazionalee successivamente dell'A.D.M.O.;
  • l'appoggio ed il sostegno a favore dell'Associazione Internazionale per le Cardiopatie Infantili - Bambini Cardiopatici nel Mondo.
  • l'appoggio ed il sostegno a favore dell'A.I.L - Associazione Italiana Leucemie.
  • l'appoggio ed il sostegno a favore dell'Associazione "La nostra famiglia".

 

 

 


spada.gif (3410 byte)

Pagine curate da: Flavio Polledro
Copyright © 2001 Round Table 5 Torino

Fonte: Round Table Italia